Una bambina durante una visita oculistica

Intervista alla Dott.ssa Gironda, Ortottista, e al Dott. Ferrarese, Oculista

 

Come si struttura una visita oculistica?

In una prima fase di visita pediatrica il paziente viene visitato dallo specialista di ortottica (che opera sulla riabilitazione visiva dei disturbi della visione) che procede con diverse valutazioni del campo visivo.

La prima è la valutazione della motilità oculare (ovvero del movimento dell’occhio), per passare poi alla valutazione della parte muscolare dell’occhio (ovvero come il paziente muove l’organo) e infine viene valutata la visione binoculare (quindi se vengono o meno utilizzati i due occhi in contemporanea)

Nella seconda fase entra in campo lo specialista l’oculista, medico specializzato nella prevenzione, diagnosi e terapia delle malattie dell’apparato visivo.

In questo caso l’oculista procede con la misurazione degli astigmatismi e del grado di vista del bambino.

Successivamente, se necessario, viene fatto un esame gocce in Cicloplegia (dilatazione delle pupille) dove vengono individuati più approfonditamente i difetti visivi, quindi valutare correttamente il tipo di occhiale di cui il bambino ha bisogno.

Che differenza ci può essere tra bambini e adulti?

In generale non ce ne sono. Lo studio della motilità oculare è sempre il medesimo, in quanto sia gli strabismi sia altre sindromi sono legate ai sei muscoli che abbiamo negli occhi e che se non coordinati danno un problema.

Nell’adulto si parte sempre da una anamnesi, se sono presenti strabismi si procede con la visita, misurando la pressione dell’occhio ed eventualmente correggendo la visione doppia, detta diplopia.

Per i bambini invece consiglio la prima visita a partire dai 3 anni: se c’è un problema di strabismo infatti è comune che si riesca a correggere la funzione visiva, più che l’estetica.

Anche l’occhio pigro è comune tra i bambini, ma molto spesso le patologie oculari, se prese in tempo, sono correggibili.

Per la cura si procede con un abbinamento di occhiali correttivi ed esercizi per gli occhi, soprattutto per far lavorare l’occhio che non ha lavorato precedentemente.

Perché tenere sotto controllo la situazione della vista e degli occhi dei propri figli?

L’occhio è un organo molto importante e delicato, soprattutto per i bambini.

Molti difetti e disfunzioni infatti possono verificarsi nell’occhio soprattutto in tenera età: l’attenzione in questi casi è fondamentale per intervenite prima che l’occhio abbia smesso di svilupparsi e quindi risolvere i difetti.

In Oasimedica® conduciamo in coppia, oculista e ortottista, visite pediatriche specifiche e di prevenzione.

Cosa pensi di questo articolo?
Love
Haha
Wow
Sad
Angry
Commenta attraverso il tuo account Facebook
Share:

Questo sito utilizza i cookie propri e di terze parti per garantire una migliore esperienza sul sito. Continuando a navigare acconsenti al loro utilizzo.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi

Send this to a friend